Hamilton-Ferrari: svelato il motivo della rottura con la Mercedes

Incredibile retroscena sull’approdo di Lewis Hamilton alla Ferrari: svelato il vero motivo della rottura con Mercedes

Inutile negarlo. Il vero colpo di mercato a Gennaio lo ha fatto non una squadra di calcio, bensì la Ferrari. L’acquisto di Lewis Hamilton, sette volte campione del mondo, in assoluto uno dei piloti più forti e vincenti della storia, è un colpo clamoroso, e non solo a livello mediatico.

Ingaggio Hamilton Ferrari
Hamilton-Ferrari, spunta la verità: ecco perché ha rotto con Mercedes (Ansa) – Arabonormannaunesco.it

La notizia del trasferimento a Maranello del pilota britannico, a partire dal 2025, ha destato scalpore in tutto il mondo, gettando nello sconforto i tifosi della Mercedes. A pochi giorni dall’annuncio ufficiale, è spuntato però un retroscena incredibile che spiega nel dettaglio cosa abbia portato Hamilton a decidere di voltare le spalle alla sua storica scuderia.

A prescindere dalla voglia di mettersi alla prova con l’auto più ambita e prestigiosa della Formula 1, a quanto pare Hamilton ha avuto una forte motivazione per rompere con Mercedes e accettare la corte ferrarista. Ed è una motivazione che va al di là delle recenti difficoltà della Mercedes stessa scuderia che, nelle ultime stagioni, non si è dimostrata all’altezza della sua fama e non è riuscita a scalfire in alcun modo il dominio Red Bull.

Anche perché, va ammesso, da questo punto di vista non è andato molto meglio alla Ferrari negli ultimi due anni. Pensare che Lewis abbia accettato la corte di Maranello solo per poter centrare l’ottavo titolo mondiale appare dunque estremamente semplicistico. La realtà dei fatti è che a spingerlo verso la Rossa potrebbe essere stato un fattore decisamente diverso, e per certi versi meno nobile: quello pecuniario.

Clamoroso Hamilton, il vero motivo della rottura con Mercedes

Questione di vil denaro. A quanto pare ad aver causato il malcontento del pilota britannico nei confronti di una scuderia che lo ha cresciuto, coccolato e difeso per tanti anni, è stato un trattamento economico evidentemente non più all’altezza delle sue aspettative.

Ha provato a spiegarlo, ai microfoni di F1-insider.com, Helmut Marko, consulente della Red Bull. Secondo lui sarebbero due le cose che Hamilton proprio non riesce a digerire: il non essere più campione del mondo e nemmeno il pilota più pagato sulla griglia di partenza.

Retroscena Hamilton addio Mercedes
Hamilton in Ferrari, spunta un clamoroso retroscena (Ansa) – Arabonormannaunesco.it

E se dal punto di vista delle prestazioni sportive la Ferrari non ha certo potuto promettere nulla al sette volte campione del mondo, dal momento che l’andamento dipenderà anche dalla crescita delle rivali e dall’eventuale conferma della Red Bull, sul piano economico la Rossa ha potuto intervenire, come confermato da Marko: “Con l’aiuto della Ferrari Hamilton può tornare a essere il più pagato in assoluto“.

Ingaggio Hamilton Ferrari
Hamilton-Ferrari, spunta la verità: ecco perché ha rotto con Mercedes (Ansa) – Arabonormannaunesco.it

L’attuale contratto di Lewis con Mercedes dovrebbe infatti attestarsi sui 40 milioni di euro a stagione, meno del compenso garantito dalla RB a Verstappen. Il nuovo accordo tra il pilota britannico e la Ferrari dovrebbe però sparigliare le carte. A quanto trapela, l’ingaggio che Hamilton percepirà nella nuova squadra sarà infatti di una cinquantina di milioni di euro.

Senza ulteriori adeguamenti per il pilota olandese, dunque, Lewis tornerà a essere il ‘paperone’ del mondo della Formula 1, con buona pace di chi, come Carlos Sainz, per anni ha guidato con il massimo dell’impegno la monoposto ferrarista percependo un ingaggio di poco inferiore ai 10 milioni di euro. Lo sforzo economico da parte dei vertici della Ferrari è dunque importante. La speranza è che a questa folle spesa possano seguire risultati di ben altro prestigio rispetto a quelli ottenuti negli ultimi quindici anni.

Impostazioni privacy