Gennaio è considerato il mese dei divorzi: il motivo è inquietante

Non tutti lo sanno, ma c’è un periodo ben preciso dell’anno in cui si registra il maggior numero di divorzi, ed è proprio nel mese di gennaio.

Trovare coppie che riescano a resistere al tempo che passa e ai cambiamenti che inevitabilmente possono esserci in un rapporto è sempre più raro. Ormai troppo spesso si preferisce arrendersi alle prime difficoltà e si fa poco per provare a salvare una relazione. A dimostrarlo sono i numeri: i divorzi sono davvero tantissimi, al punto tale che è difficile trovare qualcuno che abbia poco più di quarant’anni e che non abbia affrontato una separazione nella sua vita.

Perché gennaio è il mese dei divorzi
Per quale motivo nel mese di gennaio si registra il più alto numero di divorzi? – arabonormannaunesco.it

Le cause che possono portare a questo passo sono diverse e possono variare da caso a caso. In pochi però potrebbero immaginare una coincidenza davvero particolare: è gennaio il mese in cui si registra il maggior numero di chiusure ed è da ricondurre a un motivo ben preciso.

Gennaio è il mese in cui si registrano più divorzi: la preoccupante coincidenza

Chiudere un matrimonio non è mai semplice e può avvenire per le ragioni più disparate. L’elevato numero di divorzi non può però che spingerci a pensare come possa essere inferiore la volontà di far andare avanti un legame rispetto al passato. Esiste però un dato che molti non conoscono e che merita di essere analizzato, soprattutto perché non sembra affatto casuale.

Perché a gennaio finiscono tanti amori
Una “coincidenza” allarmante: per quali ragioni sono così tante le coppie che scoppiano a gennaio? – arabonormannaunesco.it

C’è un mese, quello di gennaio, in cui si avviano il maggior numero di pratiche di separazione, come indicato dallo psicologo clinico Ernesto Lira de la Rosa, che ha preso in esame le informazioni raccolte da alcuni avvocati specializzati.

Tutto sarebbe da ricondurre a un motivo ben preciso, ovvero le sensazioni che molti di noi avvertono quando inizia un nuovo anno. Infatti, è il tempo per i buoni propositi e gli obiettivi che si desidera realizzare nei mesi a venire, per questo può essere naturale guardare dentro di sé e cercare di capire quello che non va come si vorrebbe.

Le vacanze che tanti hanno in occasione delle festività sono spesso un’occasione per ritrovarsi insieme al partner, cosa non sempre possibile, almeno a livello di quantità di tempo, quando si lavora. La maggiore vicinanza potrebbe portare a mettere in luce eventuali punti di contrasto e a fare riflettere sulla possibilità di superarli o meno. Se la risposta è negativa, rivolgersi a un legale potrebbe essere l’unica strada da perseguire.

Recuperare è possibile?

L’elevato numero di divorzi fa pensare che finiscano per prevalere eventuali motivi di disaccordo subentrati in una coppia, piuttosto che provare a trovare una mediazione. In realtà, secondo l’avvocato divorzista Kristyn Carmichael sono soprattutto tre le cause che portano a separarsi: soldi, aspettative e difficoltà di comunicazione. Non è detto quindi che si arrivi a questo a causa di un tradimento, come molti potrebbero pensare.

Come rimediare ad un matrimonio che sta sprofondando
La separazione è davvero l’unica strada per una coppia in crisi? – arabonormannaunesco.it

Evitare un epilogo simile, se c’è volontà da entrambe le parti, non è poi così impossibile, mettendo in atto una serie di strategie. Non si deve temere di avere un dialogo con chi si ama, specie se uno dei due è reduce da un cambiamento importante a livello professionale, che può aver generato non poco stress. Non farlo può creare distanze che rischiano di diventare inconciliabili.

La psicologa Lauren Napolitano sostiene inoltre come possa generare benefici un modo di agire che molti potrebbero interpretare contrariamente. Stare costantemente attaccati al partner alla lunga può essere deleterio, non è un male trovare un hobby da gestire anche in autonomia. Questo permetterà così di confrontarsi dopo averlo portato a termine e ridurrà i moment di noia.

Le preoccupazioni in merito alla situazione economica, inoltre, possono generare tensioni. Specie a gennaio, quando si può essere reduci da una fine anno in cui si sono dovute affrontare tante spese, anche impreviste. Sedersi a un tavolo con la persona amata per fare il punto della situazione può aiutare a trovare una soluzione su come rimediare. Mai tenere nascosto qualcosa all’altro/a, che potrebbe sentirsi sfiduciato.

A volte i dissapori appaiono inconciliabili, al punto tale da ritenere che l’unica strada possibile possa essere la separazione. Si può comunque provare a mettere in atto un tentativo estremo, che può rivelarsi utile, iniziare una terapia di coppia. Uno specialista può aiutare a guardare dentro di sé e a comprendere in che stato è il proprio rapporto. Se nemmeno questo dovesse funzionare, si potrà dire di averle provate tutte e accettare più serenamente l’idea di prendere strade diverse.

Impostazioni privacy