Figli in arrivo e scelta del nome, cosa dice la Legge: pochi sanno che alcuni sono vietati

Quando si sceglie il nome del figlio in arrivo occorre conoscere i divieti vigenti nella nostra nazione. La Legge parla chiaro. 

I genitori non sono liberi di dare qualsiasi nome al proprio bambino. Ci sono delle restrizioni da rispettare, poche ma importanti.

I nomi per bambini vietati in Italia
I nomi per bambini vietati in Italia (Arabonormannaunesco.it)

Maschietto o femminuccia, una volta saputo il sesso del bambino parte la ricerca del nome per il nascituro. Parliamo di una decisione molto importante perché il nome scelto accompagnerà il bimbo per tutta la vita. Ci sono genitori che scelgono nomi classici e italiani e altri che optano per nomi più particolari, stranieri o fuori dalla tradizione italiana.

Nella nostra penisola, l’ultimo report riferito al 2022 riporta come nomi più diffusi Leonardo per i bambini e Sofia per le bambine. Spopolano anche Francesco, Tommaso, Alessandro, Lorenzo, Nicolò, Matteo e Federico per i maschietti e Aurora, Giulia, Emma, Ginevra, Beatrice e Vittoria per le femminucce. Scelte legate alla tradizione, dunque, ma non mancano nomi più particolari. Sono ammessi solo quelli che rispettano determinati parametri.

I nomi per i figli vietati in Italia

La Legge impone che il nome sia concorde con il genere biologico del neonato. Fanno eccezione i nomi unisex come Andrea, Celeste, Diamante, Felice e Fiore. Non può esserci, poi, omonimia con i familiari (genitori, fratelli e sorelle) e se la scelta dovesse ricadere su nomi stranieri bisognerebbe accertare la trasposizione con le lettere dell’alfabeto italiano. Niente @, # o &, dunque, da inserire nel nome del figlio.

Tutti i nomi vietati in Italia
Tutti i nomi vietati in Italia, cancellateli dalla lista (Arabonormannaunesco.it)

Tra le regole anche il non utilizzo come nome di un cognome esistente e il numero massimo di tre nomi. Ci sono poi, i nomi vietati che non possono essere in alcun caso utilizzati. Lo scopo è evitare che il bimbo si ritrovi con il nome di un personaggio dei cartoni animati o di personaggi storici oppure oggetti.

Sono illegali

  • Doraemon,
  • Pollon,
  • Goku,
  • Bender,
  • Benito,
  • Adolf Hitler,
  • Laura Palmer,
  • Osama Bin Laden,
  • Satana,
  • Iosif Vissarionovich Stalin,
  • Walter White,
  • Stanis Larochelle,
  • Moby Dick,
  • Grande Gatsby,
  • Lucifero,
  • Ikea,
  • Conte Dracula,
  • Joey Tribbiani.

Citiamo un ultimo nome che non è possibile utilizzare in Italia, Venerdì. Il motivo è semplice. Venerdì ricorda eventi funesti e sfortunati e, di conseguenza, non può essere compatibile con il nome di una persona. La Legge spinge i genitori ad usare l’intelligenza e a scegliere nomi dolci, che non creeranno problemi, prese in giro o etichette al bambino per tutta la sua vita. L’identità del bimbo va tutelata e dove non arriva il buon senso dei genitori ci pensa la Legge.

Impostazioni privacy