Eduardo De Crescenzo, dalle critiche al successo intramontabile: ecco com’è cambiata la sua vita

Ci sono canzoni che restano per sempre nel nostro cuore, come questa di Eduardo De Crescenzo: dapprima criticato, poi è esploso il successo. 

La musica italiana, nel corso degli anni, ci ha regalato grandissime emozioni e interpreti che ci hanno fatto letteralmente sognare attraverso la loro musica e i testi straordinari.

Eduardo De Crescenzo rivela com'è cambiata la sua vita
Eduardo De Crescenzo (ansa foto)-arabonormannaunesco.it

La musica è potente, riesce a entrare nell’anima e a stravolgerla, a tirare fuori lacrime, emozioni vere, vive, che magari avevi soppresso dentro di te. Tra gli interpreti che più sono in linea con questa affermazione c’è di sicuro Eduardo De Crescenzo, che con il suo brano “Ancora”, continua a far battere cuori, a distanza di poco più di 40 anni dall’uscita. Eh già, proprio da quel Festival di Sanremo del 1981 in cui cantò la suddetta canzone, Festival poi vinto da Alice con “Per Elisa”.

Un po’ di tempo fa, in un’intervista rilasciata a frontierarieti.com, Eduardo De Crescenzo ha fatto una rivelazione proprio in merito al suo brano “Ancora”, svelando un interessante retroscena e raccontando com’è oggi la sua vita. Scopriamo insieme che cosa ha raccontato il noto cantautore napoletano.

Eduardo De Crescenzo svela com’è cambiata la sua vita oggi

A 42 anni di distanza da quando cantò “Ancora” a Sanremo, De Crescenzo svela un dettaglio interessante.

Eduardo De Crescenzo racconta la sua vita oggi
Eduardo De Crescenzo (ansa foto)-arabonormannaunesco.it

Il brano, infatti, inizialmente non fu riconosciuto dallo show business dell’epoca, poiché, spiega, «la trovavano una canzone difficile, con quel finale altissimo tutto improvvisato e jazzato, non canticchiabile sotto la doccia…». Ma il tempo gli ha dato ragione e il successo lo ha travolto, al punto che ancora oggi, “Ancora” è considerata una canzone senza tempo. De Crescenzo ha confessato che quando debuttò a Sanremo nel 1981, si sentiva un pesce fuor d’acqua, e aveva precedentemente trovato molte porte chiuse. Nonostante ciò, non si era mai arreso, neanche per un attimo.

Sono in tanti a canticchiare ancora oggi questa meravigliosa canzone, bella, vera, sentita, coinvolgente. Un successo che è arrivato anche oltre il nostro Paese, tradotto in francese da Charles Aznavour e cantato da Mireille Mathieu. Anche Mina ne ha inciso una sua versione. De Crescenzo è tornato sulle scene nel 1991, per poi lasciare. Il cantautore sottolinea come il cambiamento della tv negli ultimi 20 anni lo abbia messo a disagio:«È una gara continua: di ballo, di cucina, di sopravvivenza, di opinionisti improbabili, di intimità svelate che, semmai fossero vere, ognuno farebbe bene a tenere per sé».

Impostazioni privacy