È ufficiale, penalizzazione in campionato: cambia la classifica

La penalizzazione per il noto club arriva a un mese di distanza dal discusso episodio: la classifica ora cambia e si complica ulteriormente

Nel corso degli ultimi anni, diversi club europei hanno dovuto fare i conti con i punti di penalizzazione che, molto spesso, hanno avuto il peso di vanificare quanto realizzato sul campo. In Serie A, lo scorso anno, abbiamo avuto il caso della Juventus penalizzata di dieci punti per la nota vicenda sulle plusvalenze. Anche in altri campionati, tuttavia, ci si è imbattuti in casi simili.

Bastia penalizzazione Ligue 1
Cambia la classifica per il club, è stato penalizzato (Ansa) – arabonormannaunesco.it

L’Everton, club della Premier League, per fare un altro esempio noto, sta ora vivendo una situazione molto complicata, dal punto di vista sia dei risultati sportivi che da quello finanziario. Meno di un mese fa ha ricevuto la sanzione di dieci punti di penalizzazione per non aver rispettato, per diverse stagioni consecutive, i paletti imposti dal Fair Play Finanziario sanciti dalla stessa Premier League.

Organi di giustizia della Premier League che, prossimamente, si esprimeranno anche su altri casi simili nel campionato inglese che coinvolgono Manchester City e Nottingham.

Penalizzazione per un noto club, il motivo

In Francia un discusso episodio avvenuto oltre un mese fa ha avuto un risvolto amaro per un club in netta difficoltà come il Bastia. Da anni sogna il ritorno in Ligue 1, ma finora non è riuscito nemmeno a sfiorare questo suo grande obiettivo dopo l’ultima retrocessione,

E la recente sentenza della Ligue de Football Professionneldi certo non aiuta i corsi: il Bastia ha ricevuto un punto di penalizzazione dal Comitato Disciplinare a causa del comportamento dei loro tifosi durante un match dello scorso 16 dicembre.

Bastia penalizzazione Ligue 2
Cambia la classifica in Ligue 2 (Ansa, foto di repertorio) – arabonormannaunesco.it

La componente più calda della tifoseria ha intonato, durante la partita contro il Rouen (terzultimo in classifica), cori di matrice razzista contro uno degli assistenti dell’arbitro. Il direttore di gara, a causa del comportamento dei tifosi del Bastia, è stato costretto a interrompere la partita più volte, prima della conclusione a reti bianche.

Un comportamento ritenuto sin da subito inaccettabile e che è stato sanzionato, dunque, con un punto in meno in classifica per il Bastia ora a quota 23, a poche lunghezze di distanza dalla zona retrocessione.

Il club allenato da Régis Brouard, ex centrocampista con un passato in varie squadre di prima divisione, pianifica da anni il ritorno in Ligue 1: l’ultima esperienza nel massimo campionato transalpino risale alla stagione 2016/2017. All’epoca i corsi terminarono il loro campionato all’ultimo posto in classifica.

Impostazioni privacy