E’ possibile diminuire la rata del mutuo con la surroga: controlla in banca se puoi chiedere la riduzione dei tassi

La surroga del mutuo rappresenta un’opzione finanziaria attraente per coloro che desiderano migliorare le proprie condizioni di finanziamento.

La surroga del mutuo emerge come una strategia sempre più rilevante per coloro che intendono gestire il proprio debito in modo più efficiente, trovando condizioni di finanziamento più favorevoli. Questo processo consente ai mutuatari di trasferire il proprio mutuo da una banca all’altra senza alcun costo aggiuntivo, al fine di ottenere migliori vantaggi finanziari.

Surroga mutuo
Surroga mutuo: come orientarsi – (arabonormannaunesco.it)

L’interesse nei confronti di questa pratica è cresciuto notevolmente, spinto dalla fluttuazione dei tassi di interesse e dall’evoluzione del panorama finanziario. Negli ultimi mesi, caratterizzati dalla diminuzione degli indici IRS e dalle nuove proposte commerciali incentrate sui mutui a tasso fisso, la sostituzione si configura come un’opzione interessante non solo per coloro che desiderano passare da un tasso variabile a uno fisso, ma anche per chi mira a ridurre l’importo complessivo della rata.

Per avviare la procedura di surroga del mutuo, è necessario raccogliere una serie di documenti e seguire una procedura specifica, assicurandosi di valutare attentamente le condizioni del nuovo mutuo rispetto a quelle del contratto originale.

La surroga del mutuo: tutto quello che c’è da sapere

La surroga del mutuo consiste nel trasferire il mutuo esistente da una banca all’altra, che offre condizioni e tassi più vantaggiosi, senza alcun onere o spesa per il mutuatario. Questo processo ha radici antecedenti alla Legge 40 del 2007, nota come decreto Bersani, e il suo interesse è cresciuto ulteriormente dopo tale normativa. A partire dal 2007, è diventata particolarmente vantaggiosa per i mutuatari, in quanto le spese tipiche legate all’ottenimento di un nuovo mutuo non possono più essere addebitate.

Surroga mutuo
Surroga del mutuo: tutto quello che c’è da sapere – (arabonormannaunesco.it)

Questo cambiamento normativo ha reso il trasferimento del mutuo tra banche meno costoso, eliminando la necessità di sostenere spese significative come quelle legate alla cancellazione e alla riscrittura dell’ipoteca, alle perizie e ad altre spese bancarie e di commissione.

La differenza tra surroga, sostituzione e rinegoziazione del mutuo è cruciale per comprendere le diverse opzioni a disposizione dei mutuatari. La surroga consente di trasferire il debito da una banca all’altra senza costi aggiuntivi, mantenendo l’importo residuo invariato. La sostituzione, invece, comporta la chiusura del vecchio mutuo e l’apertura di un nuovo contratto presso un’altra banca, con la possibilità di ottenere liquidità aggiuntiva. La rinegoziazione, infine, implica la modifica dei termini del mutuo originario con la stessa banca, al fine di ottenere condizioni più vantaggiose.

La scelta tra surroga, sostituzione e rinegoziazione dipende dalle esigenze finanziarie individuali del mutuatario. La surroga è preferibile quando si desidera trasferire il mutuo senza costi aggiuntivi, mentre la sostituzione è indicata quando si necessita di un prestito aggiuntivo e si desidera modificare l’importo iniziale del finanziamento. Tuttavia, è importante considerare attentamente le implicazioni e le conseguenze della surroga del mutuo e consultare un professionista del settore, se necessario, per valutare le opzioni disponibili e prendere la decisione più appropriata alle proprie esigenze finanziarie.

Impostazioni privacy