Disturbi all’orecchio, quando bisogna allarmarsi: non sottovalutare questo sintomo, è mortale

Ci sono dei disturbi dell’orecchio che non devono essere sottovalutati. In particolare, c’è un sintomo allarmante. 

L’orecchio è una parte fondamentale del corpo umano, ed è importante prendersene cura al meglio, per non avere problemi in futuro.

Orecchio, attenti a questo sintomo
Orecchio, questo disturbo è rischioso-arabonormannaunesco.it

Grazie all’orecchio possiamo sentire ciò che accade intorno a noi, possiamo percepire frequenze, vibrazioni, possiamo equilibrare il nostro organismo, e molto altro ancora. Tutte le parti del nostro orecchio hanno un’importanza nel trasmettere un determinato suono. Dunque, fare in modo che l’orecchio sia ben curato, libero, ad esempio dal cerume, da problemi di acufene o altro, è essenziale.

C’è però da dire una cosa altrettanto importante, ossia che ci sono disturbi dell’orecchio che possono assumere dei contorni molto seri o addirittura gravi. In particolare, c’è un sintomo che se dovesse presentarsi, deve essere assolutamente approfondito, proprio perché potrebbe indicare qualcosa di grave. È bene ricordare che in molti casi, in linea generale, il corpo ci invia segnali che sono informazioni sul nostro stato di salute.

Ecco perché, in questi casi, andare dal medico è un must. Ma scopriamo cosa è accaduto a una donna, che aveva un serio problema all’orecchio.

Orecchio, quando il disturbo deve spingerti a farti controllare

Una donna, madre di tre figli, non riusciva a dormire la notte, poiché avvertiva uno strano ronzio nell’orecchio.

Orecchio, questo sintomo è allarmante
Orecchio, questo sintomo deve preoccuparti-arabonormannaunesco.it

La donna, Denise Wingfield, 55 anni, dopo una prima visita aveva pensato che potesse trattarsi di un acufene. Tuttavia, essendo un dolore che continuava a persistere, la 55enne aveva deciso di sottoporsi a una risonanza magnetica. Ed è proprio grazie a questo ulteriore esame, che la donna ha scoperto di avere un tumore al cervello di grado II.

I medici l’hanno operata, e poi l’hanno sottoposta a radioterapia, dopodiché anche chemioterapia. Da una scansione eseguita lo scorso gennaio, la donna ha scoperto che tuttavia il tumore era aumentato. Denise ha raccontato ai media inglesi che non aveva nessun sintomo, se non questo strano ronzio nell’orecchio. «Poiché il mio tumore è a crescita lenta, il mio team medico vuole aspettare un’ulteriore crescita prima di sottopormi a un altro piano di trattamento, tra cui una versione meno brutale della chemioterapia», ha detto la donna al The Sun.

La donna è costantemente monitorata, e per distrarsi sta svolgendo diverse attività come camminare, ad esempio. Lo trova molto terapeutico, e presto prenderà parte all’evento “200 k in May”. Lì potrà fare jogging, correre, andare in bici. Vedremo, dunque, se tutto andrà bene.

Impostazioni privacy