Difficoltà a deglutire, può essere un grave campanello d’allarme: ecco quando devi davvero preoccuparti

Avere difficoltà a deglutire può nascondere un problema sottostante più severo, per questo non bisogna mai sottovalutare questa situazione.

Verrebbe da pensare ad un classico mal di gola, un fastidio banale legato magari a una questione di raffreddamento oppure problemi di afte, talvolta però questo sintomo banale e innocuo può nascondere delle insidie. Per questo motivo quando si presenta un’anomalia va contattato il medico.

Difficoltà a deglutire campanello d'allarme
Difficoltà a deglutire quando è un campanello d’allarme (Foto Editorially Srl) – arabonormannaunesco.it

Se ci sono dei problemi di salute, per quanto banali possano sembrare, è giusto chiedere la consulenza di uno specialista. In questo modo sarà possibile individuare infatti le condizioni specifiche che hanno determinato quella situazione, se si è trattato di un disturbo momentaneo oppure se ci sono altre condizioni sottostanti.

Difficoltà a deglutire, grave campanello d’allarme: quando preoccuparti

Le cause della difficoltà di deglutizione non sono mai scontate. Affinché questo gesto che avviene in automatico, sia possibile, è necessario che il cervello coordini l’attività dei muscoli della gola e dell’esofago che si contraggono per consentire al cibo di passare. Quando ci sono problemi nel farlo quindi si possono ricondurre a situazioni diverse come problemi del sistema nervoso e cerebrale, disturbi muscoli, deficit legati all’esofago. In molti casi però ci sono anche condizioni che nulla hanno di diretto con l’esofago ma sono ripercussioni indirette.

difficoltà deglutire quando devi davvero preoccuparti
Disturbi alla gola, quando andare dal medico (Foto Canva) – arabonormannaunesco.it

Un blocco fisico può generare da problemi come tumori che sono localizzati e quindi impediscono il corretto funzionamento dell’organismo e della sua motilità ma ci sono anche disturbi come spasmi, acalasie, sclerosi che sono invece determinati da un problema vero e proprio di motilità localizzato.

Per capire se ci sono problemi e quando preoccuparsi ovviamente bisogna comprendere se si tratta di una questione temporanea o fissa, quindi ripetuta nel tempo. Quindi capire se ci sono problemi di deglutizione o incapacità di deglutizione totale, quali sono le conseguenze della disfagia ad esempio impossibilità di mangiare correttamente, se si prova dolore o solo fastidio. Sono tante le cause che possono portare problemi alla gola, un esempio è la polmonite soprattutto se ricorrente. Ovviamente ci sono anche da considerare i fattori nervosi e lo stress che possono acuire o determinare il sintomo, di cui tenere considerazione.

Per scongiurare ogni problema comunque l’unica cosa possibile è rivolgersi al medico curante e quindi individuare i fattori di rischio e, se necessario, procedere con una serie di esami specifici per valutare le condizioni fisiche e la presenza effettiva di una problematica.

Impostazioni privacy