Danni al cervello con due sostanze che sono nelle nostre case, scoperta inquietante

Due sostanze che abbiamo in casa potrebbero provocarci dei danni al cervello. Di quali stiamo parlando? Approfondiamo il discorso.

Noi sappiamo che alcune sostanze chimiche possono avere degli effetti collaterali nel nostro corpo. Per questa ragione è importante sapere cosa assumere: c’è il rischio di sentirsi male. E anche se non lo sappiamo è probabile che ci esponiamo a questo pericolo da sempre. Difatti abbiamo in casa due sostanze che sarebbero in grado di danneggiare il nostro cervello.

Due sostanze che abbiamo in casa cono mortali
Attenzione a queste sostanze: sono pericolose – Arabonormannunesco.it

A parlarne è stato un gruppo di ricercatori della Case Western Reserve University School of Medicine. Hanno pubblicato una ricerca sulla rivista Nature Neuroscience, secondo cui delle sostanze chimiche casalinghe sarebbero pericolose. Non fanno altro che avere un impatto fortemente negativo sulla salute del cervello. Così facendo si favorisce lo sviluppo di malattie neurologiche. Un esempio è la sclerosi multipla o i disturbi dello spettro autistico.

Attento a queste sostanze chimiche, possono provocare danni al cervello: le hai in casa

Gli esperti hanno scoperto che i composti di ammonio quaternario causano la morte degli oligodendrociti. I ritardanti di fiamma organofosfati, invece, ne impediscono la completa maturazione. Per arrivare a questo risultato sono state analizzate 1.800 sostanze chimiche differenti. Si tratta di agenti a cui siamo periodicamente esposti, e l’indagine serviva a quantificarne il pericolo effettivo. In questo modo hanno scoperto che le due sostanze danneggiano le cellule che isolano quelle nervose.

Due sostanze che abbiamo in casa danni cervello
Ecco a quali sostanze dovremmo prestare attenzione – Arabonormannunesco.it

I composti di ammonio quaternario sono quasi dappertutto. Li troviamo in detersivi, disinfettanti, detergenti e prodotti per la cura dei capelli. La maggior esposizione a queste sostanze si è verificata durante il periodo della pandemia da Covid-19. Per quanto riguarda i ritardanti di fiamma organofosfati, non bisogna sottovalutare neanche questi, infatti si trovano nelle apparecchiature elettroniche dei tessuti o nelle plastiche dei mobili. E queste sostanze non sono una minaccia solo per l’uomo.

Anche gli animali, come gli scimpanzé per esempio, possono risentire degli stessi effetti. E non sono da escludere nemmeno quelli domestici. I ricercatori continueranno a studiare questo fenomeno per capirne gli effetti a lungo termine. Per il momento non c’è altro da sapere al riguardo: sono tutte le informazioni principali da conoscere. Consigliano di non esporsi troppo a queste sostanze chimiche e di fare attenzione. Infatti non bisogna trascurare una situazione così tanto peculiare. Specie se ci va di mezzo la salute del cervello.

Impostazioni privacy