Controlla gli ingredienti del tuo dentifricio: se c’è questa sostanza devi gettarlo via

Sei sicura che il tuo dentifricio sia un buon prodotto? Controlla subito gli ingredienti. Se c’è una certa sostanza, buttalo via.

La salute è anche una questione di tante piccole scelte quotidiane. Anche usare un dentifricio piuttosto che un altro può fare una grande differenza. Vediamo cosa non dovrebbe mai contenere un buon dentifricio.

Come scegliere un buon dentifricio
Fa attenzione a cosa contiene il tuo dentifricio/ Arabonormannaunesco.it

Siamo molto attenti a ciò che mangiamo- o almeno dovremmo essere molto attenti- ma non ci preoccupiamo dei prodotti che utilizziamo per la nostra igiene personale. Questo è un gravissimo errore in quanto ogni giorno veniamo a contatto con saponi, shampoo e dentifrici che possono contenere sostanze nocive. E queste sostanze, se usate per diverso tempo, potrebbero causarci seri danni in termini di salute.

Il dentifricio è particolarmente importante in quanto lo usiamo ogni giorno più volte al giorno. Questo prodotto viene a contatto con le nostre gengive, con le mucose della bocca e, talvolta, può succedere di ingurgitarne pure un po’. Solitamente tutti acquistiamo il dentifricio lasciandoci guidare da due criteri: il risparmio e la pubblicità.

Nel migliore dei casi ci lasciamo consigliare dal nostro dentista ma non sempre. Quasi nessuno si sofferma a leggere la lista degli ingredienti che contiene il dentifricio mentre, in realtà, dovremmo farlo. In particolare, se il nostro dentifricio contiene una certa sostanza, sarebbe meglio gettarlo via e sceglierne un altro.

Dentifricio: non usarlo se contiene questa sostanza

Hai mai letto con attenzione cosa contiene il dentifricio che utilizzi ogni giorno? Se non lo hai mai fatto è il momento di iniziare a farlo. Se il tuo dentifricio contiene una certa sostanza allora cambialo subito perché potrebbe causarti seri problemi di salute.

Sostanze tossiche contenute nei dentifrici
Se il tuo dentifricio contiene una certa sostanza allora è meglio che lo getti via/ Arabonormannaunesco.it

In commercio ormai possiamo trovare tantissimi dentifrici, non c’è che l’imbarazzo della scelta. Alcuni sono pensati per proteggere lo smalto, altri hanno una funzione sbiancante, altri ancora sono stati formulati per chi soffre di gengive sensibili. Molti di noi si limitano ad acquistare il prodotto più economico mentre la cosa migliore sarebbe farsi consigliare dal proprio dentista.

In particolare bisogna fare attenzione che il dentifricio che usiamo non contenga una determinata sostanza: il biossido di titanio, E 171. Questo ingrediente è indicato nelle etichette con la sigla CI77891.  Il biossido di titanio è stato vietato negli alimenti a partire dal 2022 mentre continua ad essere ammesso per i prodotti farmaceutici e cosmetici tra cui anche i dentifrici. Viene usato per rendere la pasta del dentifricio bianca e dare, così, un un’idea di maggiore igiene.

Eppure venire a contatto con tale sostanza può essere molto pericoloso stando alle evidenze scientifiche. Un nuovo studio condotto dalle Università di Tolosa e del Lussemburgo ha messo in evidenza che, attraverso la cavità orale, il biossido di titanio può facilmente arrivare fino all’intestino e può avere effetti tossici sul nostro organismo.

Impostazioni privacy