“Ci hanno penalizzato”, annuncio Hamilton: restano tutti impietriti

Il passaggio di Lewis Hamilton alla Ferrari non resterà senza conseguenze. Ce ne è una davvero immediata

È stato definito il colpo più sensazionale nella storia degli sport motoristici. E con ogni probabilità lo è: l’ingaggio di Lewis Hamilton da parte della Ferrari ha letteralmente squassato la Formula 1. In pochi avrebbero mai immaginato che il grande capo della scuderia di Maranello, John Elkann, potesse convincere il sette volte campione del mondo a lasciare la Mercedes nel 2025.

Mercedes dichiarazioni Toto Wolff sostituto Hamilton
Lewis Hamilton correrà con la Ferrari nel 2025 (LaPresse) – Arabonormannaunesco.it

La mossa a sorpresa della Ferrari obbliga i team rivali a correre ai ripari. Non tanto la Red Bull che ha la certezza di poter contare sulle prestazioni di Max Verstappen almeno fino al 2028, quanto la stessa Mercedes che è rimasta orfana del suo fuoriclasse.

Subito dopo l’annuncio ufficiale dell’accordo tra Space Ham e il Cavallino Rampante, il team principal della Mercedes e grande amico del campione inglese, Toto Wolff, ha reagito con ironia e un pizzico di sarcasmo: “Lewis aveva forse bisogno di nuovi stimoli, per questo ha accettato la proposta della Ferrari a partire dal 2025. Gli auguro di vincere il Mondiale, quest’anno…“. In realtà, dichiarazioni ufficiali a parte, la scelta di Hamilton ha spiazzato tutti dalle parti di Brackley.

Hamilton in Ferrari, Toto Wolff lancia l’allarme

Wolff è piuttosto contrariato con Hamilton, reo di aver comunicato l’intesa con Maranello dopo che due piloti di grande livello come Charles Leclerc e Lando Norris avevano già annunciato il rinnovo con Ferrari e McLaren. L’avesse fatto prima, la Mercedes avrebbe avuto il tempo per formulare un’offerta a uno dei due per sostituirlo.

Mercedes sostituto Hamilton dichiarazioni Wolff
Toto Wolff deve trovare un sostituto di Hamilton (LaPresse) – Arabonormannaunesco.it

Un concetto ribadito da Wolff in un’intervista rilasciata ad Autosport: “Non voglio essere precipitoso – ha dichiarato non senza un briciolo di fastidio il manager austriaco – Immagino che qualche settimana fa siano stati firmati alcuni contratti che avremmo potuto esaminare. Sarebbe stato interessante, ma la tempistica ci ha un po’ penalizzato“.

Questione di tempi dunque, quelli che adesso limitano le possibilità di scelta della Mercedes. Wolff potrebbe virare subito su Carlos Sainz che, a fine anno, lascerà la Rossa, oppure puntaresul ‘grande vecchio’ del Circus, Fernando Alonso che, in quanto a stimoli e motivazioni, non è secondo a nessuno.

Resta in piedi un’opzione quasi rivoluzionaria: affidare la guida della Mercedes di Hamilton al diciassettenne pilota italiano Andrea Kimi Antonelli, il pupillo di Wolff che ora corre in Formula 2. Tutte le ipotesi sono valide, niente si può escludere.

Impostazioni privacy