Chef stellato cacciato via dal ristorante: inquietanti video finiti sui social, ecco cosa è accaduto nella sua cucina

Uno chef stellato Michelin è stato licenziato dopo lo scoppio di uno scandalo scioccante in un lussuoso hotel francese

Uno chef stellato Michelin ha lasciato il suo lavoro in un hotel di lusso francese dopo un presunto rituale di “iniziazione” in cui un membro del personale di cucina sarebbe stato legato nudo e umiliato. All’inizio di questo mese il pubblico ministero ha aperto un’indagine per violenza sessuale e fisica sull’incidente.

Chef stellato licenziato dall'hotel di lusso di Biarritz
Francia, licenziato a Biarritz lo chef stellato Aurelién Largeau (arabonormannaunesco.it)

Lo chef Aurélien Largeau, 31 anni, che gestiva il ristorante dell’Hôtel du Palais a Biarritz, nel sud-ovest della Francia, ha negato qualsiasi accusa e ha affermato che le notizie erano “false e diffamatorie”. Il filmato del rituale di iniziazione, noto come bizutage e vietato in Francia, sarebbe stato condiviso sui social media, ma da allora è stato rimosso. Di seguito, ecco cosa è accaduto.

Lo chef stellato Michelin lascia il lussuoso hotel dopo uno scandalo

Il quotidiano locale in lingua francese Sud-Ouest ha portato alla luce questa settimana la storia del presunto “rito di iniziazione” che ha visto protagonista lo chef stellato. La rivista ha scritto che la mattina del 2 dicembre un giovane assistente di cucina arrivato da poco, è stato legato nudo a una sedia con una mela in bocca e una carota nell’ano per ore, mentre tutti gli chef, compreso Largeau, lo guardavano. Si dice che l’assistente sia stato lasciato in questo stato umiliante per ore davanti agli occhi del resto del personale di cucina di 30 persone, presieduto da Largeau.

Aurélien Largeau, lo chef stellato nella bufera
Aiuto cuoco legato nudo a una sedia e umiliato, chef stellato licenziato dall’hotel di lusso (arabonormannaunesco.it) -sito ufficiale: La Table d’Aurélien Largeau

Il presunto rito è soprannominato “bizutage”. Ufficialmente bandito in Francia, il video del rito è stato successivamente condiviso sui social media, prima di essere rimosso. Largeau, acclamato come un prodigio gastronomico, ha negato le accuse definendole “false e diffamatorie”. Il suo avvocato, Alexandra Sabbe-Ferri, ha detto all’outlet BFMTV che quello che è realmente accaduto in cucina era uno “scherzo” . Quest’ultimo sarebbe stato organizzato dalla presunta vittima stessa come parte della sua festa d’addio prima di partire per un nuovo lavoro a Parigi. “Non gli è stato imposto nulla”, ha affermato l’avvocato, descrivendo l’incidente come un momento “bonario”.

Largeau è stato assunto nel 2020 come chef presso l’hotel a cinque stelle, dove le camere costano in media 445 dollari a notte. Nel 2022 il ristorante sotto la sua guida ha vinto un’ambita stella Michelin. In una dichiarazione alla radio France Blue, lo chef ora disoccupato ha negato le accuse. “Vorrei negare formalmente le accuse mosse contro di me da diversi media e affermare che i fatti riportati non riflettono in alcun modo la realtà”.

Ha detto che le notizie sono “un attacco al mio onore, riportando fatti falsi e diffamatori su un presunto ‘nonnismo umiliante nei confronti di un assistente di cucina’”. L’uomo ha aggiunto che condanna ovviamente qualsiasi forma di maltrattamento, nonnismo o umiliazione. “Non mi assocerei mai a un simile comportamento”, ha scritto.

Il gruppo Hyatt, proprietario dell’Hôtel du Palais, ha confermato il licenziamento di Largeau, affermando che l’incidente contraddice i valori da loro sostenuti. Un portavoce ha sottolineato il loro impegno per la sicurezza, la salute e il benessere dei colleghi, degli ospiti e dei partner. L’Hôtel du Palais è rinomato per le sue offerte di lusso e il significato storico, avendo ospitato il vertice del G7 nel 2019.

Impostazioni privacy