Carcinoma del polmone, nell’85% dei casi la causa è solo una: conoscerla può salvarti la vita

Diverse le cause che possono provocare il carcinoma del polmone. Ma, addirittura nell’85% dei casi il motivo è questo.

Il carcinoma polmonare rappresenta una delle forme più comuni di cancro al mondo e costituisce una delle principali cause di mortalità correlata al cancro. Questa malattia insidiosa può avere gravi conseguenze se non diagnosticata e trattata precocemente. Comprendere i sintomi, le cause e i trattamenti del carcinoma polmonare è cruciale per migliorare le prospettive di sopravvivenza e la qualità della vita dei pazienti.

Carcinoma polmonare, 85%
Tra le varie cause del carcinoma polmonare ce n’è una predominante – (arabonormannaunesco.it)

I sintomi del carcinoma polmonare possono variare a seconda dello stadio della malattia e della sua localizzazione, ma alcuni segnali comuni includono una tosse che persiste per diverse settimane o mesi, soprattutto se accompagnata da espettorato contenente sangue o muco. Difficoltà respiratoria o respiro affannoso, specialmente durante l’attività fisica o in posizione sdraiata. Dolore o sensazione di oppressione al petto, spesso associato alla respirazione profonda o al tossire.

Dimagrimento non intenzionale e significativo, che può essere causato dalla perdita di appetito o dal metabolismo accelerato. Sensazione di stanchezza e mancanza di energia persistenti, che possono influire sulle attività quotidiane. Suscettibilità a infezioni respiratorie ricorrenti, come bronchiti o polmoniti.

Le cause del carcinoma del polmone

Il carcinoma polmonare è principalmente associato all’esposizione al fumo di tabacco, che costituisce il fattore di rischio più significativo per lo sviluppo della malattia. Addirittura, recenti studi ci dicono che è dell‘85% il legame di casi di questa malattia con il fumo.

Carcinoma polmonare, 85%
Il fumo, la principale causa del carcinoma polmonare – (arabonormannaunesco.it)

Tuttavia, ci sono anche altri fattori di rischio che possono contribuire alla sua comparsa, tra cui esposizione al fumo passivo, esposizione a sostanze chimiche e inquinanti ambientali, come l’amianto, l’arsenico, il radon e il benzene, storia familiare di cancro polmonare, esposizione a radiazioni ionizzanti, età avanzata.

Il trattamento del carcinoma polmonare dipende dallo stadio della malattia e dalle condizioni specifiche del paziente, ma può includere la rimozione chirurgica del tumore e dei tessuti circostanti, soprattutto in fasi precoci della malattia, l’utilizzo di radiazioni ad alta energia per distruggere le cellule tumorali e ridurre le dimensioni del tumore, l’utilizzo di farmaci anti-cancro per distruggere le cellule tumorali o rallentarne la crescita e la diffusione.

Negli ultimi anni si sono diffusi altri metodi come l’utilizzo di farmaci mirati che agiscono specificamente sulle cellule tumorali, bloccando i segnali di crescita o innescando la morte cellulare. O l’utilizzo di farmaci che stimolano il sistema immunitario del paziente per riconoscere e attaccare le cellule tumorali.

Impostazioni privacy