Bonus teleriscaldamento, la domanda presso i Comuni: requisiti e limiti ISEE per partecipare

Presso i singoli enti comunali gli italiani possono presentare domanda per il bonus teleriscaldamento: ecco quali sono i limiti ISEE, i requisiti e come fare richiesta.

Gli ultimi anni sono stati molti difficili per gli italiani che, dopo essersi buttati alle spalle la pandemia da Covid-19, hanno dovuto fare i conti con l’aumento delle materie prime, e quindi con l’inflazione, ma anche con l’incremento dei costi di gas ed elettricità. Questo ha portato ad un aumento considerevole delle bollette.

Bonus teleriscaldamento: ecco come funziona e chi può presentare domanda
Come funziona il bonus Iren sulle bollette – Arabonormannaunesco.it

Vista la difficile soluzione, il gruppo Iren ha attivato il bonus teleriscaldamento 2023-2024 per avere uno sconto in bolletta. L’incentivo consiste in uno sconto totale a carico della società: Iren dà così un sostegno concreto ai propri clienti, con particolare attenzione a quelli in difficoltà economica.

Bonus teleriscaldamento: come funziona e chi può presentare domanda

Nonostante il contesto energetico nel nostro Paese sia migliorato rispetto lo scorso anno, il gruppo Iren ha comunque deciso di aiutare i suoi clienti con il bonus teleriscaldamento che dovrebbe arrivare a coprire fino a circa il 20% della spesa annua di una famiglia tipo. Vediamo allora quali sono i requisiti per richiedere l’incentivo e come presentare domanda.

Come funziona il bonus teleriscaldamento
Bonus teleriscaldamento di Iren: come funziona e in che modo ottenerlo – Arabonormannaunesco.it

Il bonus teleriscaldamento include l’IVA al 10% e potrà essere richiesto solo dai clienti che hanno la propria residenza in uno dei Comuni dove Iren gestisce la rete di teleriscaldamento e che “utilizzano il servizio ad uso riscaldamento o riscaldamento promiscuo per la propria abitazione tra il 15 ottobre 2023 e il 30 aprile 2024.

Per quanto riguarda invece il requisito ISEE, questo dovrà essere non superiore a 9.530 euro per un nucleo di 4 o più componenti. In tal caso il bonus varia dai 146 ai 170 euro. Per le famiglie con indicatore compreso tra 9.530 e 15.000 euro, sarà riconosciuto un incentivo pari a 117 euro per i nuclei fino a 4 componenti; oppure di 136 euro per i nuclei con oltre 4 componenti. Infine, alle famiglie con almeno 4 figli a carico e ISEE non superiore a 20mila euro sarà riconosciuto un bonus pari a 170 euro.

Per poter ottenere il bonus i clienti potranno presentare la propria richiesta nei primi mesi del 2024 (fino ad aprile 2024), con modalità e scadenze che saranno definite nelle prossime settimane. L’incentivo sarà corrisposto direttamente in bolletta come sconto commerciale sui consumi effettuati, entro la fine della stagione termica 2023/24.

Per maggior informazioni, tuttavia, bisogna attendere la pubblicazione del regolamento, ma molto probabilmente le modalità per presentare la richiesta saranno simili a quelle utilizzate per le stagioni precedente. Con ogni probabilità, gli interessati dovranno fare domanda accedendo all’area dedicata predisposta dal proprio Comune di residenza per via telematica, autenticandosi con le credenziali SPID o CIE.

Impostazioni privacy