Bonus stipendio di 4645 euro, come ottenerlo e gli errori da non commettere

In che modo ottenere un bonus stipendio di 4.645 euro? Ecco come fare e quali sono gli errori da non commettere assolutamente.

I lavoratori dipendenti possono ottenere un bonus che arriva fino alla cifra di 4.645 euro. Ma cosa si fa riferimento e com’è possibile ottenerlo? Sappiamo infatti che il lavoratore dipendente va a versare l’IRPEF ossia l’imposta sul reddito delle persone fisiche. Una sorta di versamento che viene fatto ogni mese in busta paga anche se, allo stesso tempo, ha diritto, sempre in busta paga, ad alcune detrazioni che non interessano le spese che sono state sostenute.

Come ottenere un bonus di 4.650 euro
Le detrazioni che spettano nel 2024 Arabonormannaunesco.it

Si fa riferimento ad un bonus massimo che spetta soltanto in alcune condizioni e che viene dato ad un dipendente che ha un figlio ancora carico. Ma cerchiamo quindi di far chiarezza su questo argomento e comprendere a chi spetta questo bonus e com’è possibile ottenerlo.

A chi spetta il bonus di 4.645 euro e come ottenerlo

Sappiamo che ogni lavoratore dipendente può ottenere alcune detrazioni che spettano sul reddito da lavoro e che sono diverse in base al reddito.

Come ottenere un bonus di 4.650 euro
Bonus per i lavoratori dipendenti Arabonormannaunesco.it

Differenti sono le formule utilizzate per il calcolo di queste cifre ossia:

  • per i redditi non superiori a 15.000 euro la detrazione non va oltre il 1.955 euro;
  • per i redditi compresi tra 15.000 e 28.000 euro, la detrazione si calcola utilizzando dalle formula: 1.910 + 1.190 x [(28.000 – reddito complessivo) : 13.000];
  • per i redditi tra 28 e 50.000 euro la detrazione si calcola basandosi su questa formula: 1.910 x (50.000 – reddito complessivo) : 22.000.

Il beneficio massimo si ottiene soltanto per i redditi fino a 15.000 euro poiché in questo caso la detrazione ammonta 1.955 euro.
Per i redditi di 15.000 euro, le detrazioni sono di 1.910 euro, cifra che si moltiplica per il quoziente della differenza tra 28.000 e il reddito complessivo diviso poi per 22.000. Il risultato che si ottiene è di 2.500 euro di detrazione.

Il calcolo della detrazione viene fatta anche per i figli a carico a patto che questi hanno compiuto 21 anni che sia fiscalmente a carico ed ha redditi pari a:

  • se non ha compiuto 24 anni il reddito entro 4.000 euro;
  • da 24 anni in poi il reddito non deve essere oltre 2.840,51 euro.

È facile capire che la detrazione massima viene data a coloro che hanno un reddito più basso. Inoltre, anche per il coniuge a carico che ha un reddito inferiore a 2840,51 euro è possibile ottenere una detrazione la cui cifra è pari a:

  • 800 euro fino a 15.000 euro di reddito;
  • 690 euro tra 15 e 40.000 euro di reddito;
  • tra 40 e 80.000 euro di reddito la detrazione invece si calcola utilizzando la formula: 690 × [(80.000 – reddito complessivo)/40.000].

Detto ciò, quale tipo di beneficio otterrà un lavoratore con un reddito di 15.000 euro, con un figlio a carico la cui età è maggiore di 21 anni e con un coniuge a carico?
In questo caso, nel 2024 si potrà ottenere:

  • 1.955 euro per la detrazione da lavoro dipendente;
  • 690 euro di detrazione se c’è un coniuge a carico;
  • 800 euro di detrazione se si ha un figlio a carico la cui età è superiore a 21 anni.

Quindi la cifra totale delle detrazioni sono pari a 3.455 euro a cui si va poi aggiungere il trattamento integrativo di 1.200 euro arrivando così ad un totale di 4.645 euro l’anno.
Per ottenere tale detrazione, si dovrà presentare un foglio delle detrazioni fiscali al datore di lavoro in cui si va a richiedere la detrazione da lavoro dipendente e richiedere anche il trattamento integrativo per una cifra pari a 387 euro al mese.

Impostazioni privacy