Berrettini, crollo senza fine: la classifica ATP ora è impietosa

Matteo Berrettini continua a scivolare indietro nella classifica ATP, un vero e proprio crollo quello del tennista azzurro: situazione preoccupante

Due anni fa, agli Australian Open, era stato Matteo Berrettini a farci sognare, spingendosi fino alla semifinale, ostacolo non superato perdendo in tre set da Rafa Nadal, il quale avrebbe vinto il torneo in finale con Medvedev. Oggi, mentre brilla la stella di Jannik Sinner, il tennista romano è invece sprofondato in un vero e proprio incubo dal punto di vista agonistico.

Berrettini crollo classifica ATP
Matteo Berrettini, non si vede la fine del tunnel ( LaPresse) – Arabonormannaunesco.it

Dopo il suo exploit a Melbourne, ventiquattro mesi fa, Berrettini si era issato alla posizione numero 6 del ranking ATP. Nessuno avrebbe potuto immaginare che proprio da lì sarebbe iniziata la sua discesa con un 2022 in cui sarebbe incorso in numerosi alti e bassi (seppur con la soddisfazione delle vittorie Stoccarda e al Queen’s) e un 2023 addirittura peggiore con infortuni in serie che lo hanno ulteriormente condizionato e limitato.

Una assenza dai campi che si protrae, per Matteo, e che è proseguita anche agli Australian Open. Nuovo problema a un piede, calvario senza fine, e una classifica che ne ha inevitabilmente risentito. Il classe 1996 è adesso decisamente lontano dai vertici e gli interrogativi aumentano visto che, per adesso, non ci sono notizie certe sul suo ritorno alle competizioni. Quanto trapelato dal suo entourage, da cui è emerso che lo stop a Melbourne sarebbe stato precauzionale addirittura per non compromettere tutta l’annata, lascia i fan sempre più preoccupati.

Berrettini, ranking in picchiata: la nuova posizione

Berrettini è uscito dalla top 100, come non gli capitava dall’inizio del 2018. E gli scenari, visto che ancora per qualche settimana non lo vedremo in campo, potrebbero essere ulteriormente complicati.

Berrettini nuova posizione ranking Atp
Matteo Berrettini, lontanissimo dai suoi momenti migliori ma in attesa del riscatto (LaPresse) – Arabonormannaunesco.it

Da lunedì prossimo, Berrettini sarà numero 124 della classifica. Attenzione tuttavia a un particolare non di poco conto. La scelta di rimanere fuori dai giochi ancora per un po’ potrebbe essere una scelta dettata dall’intenzione di usufruire del cosiddetto ranking protetto, per accedere ai tabelloni principali dei tornei del Sunshine Double (i Masters 1000 americani di Indian Wells e Miami), senza passare dalle qualificazioni.

La speranza di tutti i tifosi è che possa, a breve, iniziare la risalita per Berrettini. A 28 anni ancora da compiere, Matteo ha ancora tutte le carte in regola per regalarsi tante soddisfazioni, a patto che le condizioni fisiche lo sorreggano.

Impostazioni privacy