Beatrice Luzzi furiosa a Pomeriggio 5: sbotta in diretta, finisce malissimo

Beatrice Luzzi esplode di rabbia durante una discussione accesa a Pomeriggio Cinque, sbottando in diretta. La tensione raggiunge il culmine.

Il 30 maggio è stata una giornata movimentata a Pomeriggio Cinque con l’entrata in scena di Beatrice Luzzi nel ruolo di opinionista. Accanto a lei, volti noti del panorama televisivo italiano: Raffaello Tonon, con la sua verve incisiva, e Caterina Collovati.

Beatrice Luzzi fuori di sé a Pomeriggio Cinque
Esplosione a Pomeriggio Cinque: Beatrice Luzzi sbotta in diretta! (credit Ig @beatriceluzziofficial)-Arabonormannaunesco.it

Myrta Merlino, voce autorevole del programma, introduce il tema caldo della giornata: la rottura tra Ilary Blasi e Francesco Totti, con l’aggiunta di un’inedita accelerazione delle pratiche di divorzio.

Pomeriggio 5 infuocato con protagonista Beatrice Luzzi

La discussione si è accesa tra Beatrice Luzzi e Raffaello Tonon. Beatrice ha espresso il suo punto di vista con aplomb: “Credo che il loro matrimonio sia stato un vero successo. Vent’anni insieme, tre meravigliosi figli, due carriere brillanti... non è certo un fallimento. Speriamo che non finisca in tragedia. Personalmente, lascerei perdere gli orologi e le borse di lusso e mi concentrerei su altro. Hanno avuto la fortuna di ritrovare l’amore, di essere sicuri di sé stessi, e ora stanno accelerando verso un altro matrimonio. Dovrebbero pensare ai loro amori”.

Beatrice Luzzi infastidita sbotta contro Tonon (credit Mediaset Infinity-Arabonormannaunesco.it

Tonon, invece, è stato più tagliente:Mi spiace, ma io sono un uomo cinico. Non mi interessa della favola, della storia perfetta, dei principi e delle principesse. Io di queste cose non me ne devo occupare, soprattutto dei figli, perché sono i loro. Infatti io vado al succo della questione. Qui il problema è il conquibus. Se c’è un’accelerazione nel processo è perché poi vedrete, il collegio di difesa di lei ha in mano qualcosa per la quale lei potrebbe cavare un Rolex in più, una borsetta in più, qualcosa in più”.

La tensione tra i due opinionisti si fa palpabile, con scambi di sguardi e battute pungenti. Beatrice, visibilmente contrariata dall’approccio diretto di Tonon, esprime il suo dissenso con un “Ma dai, mamma mia!”, mentre Tonon, apparentemente indifferente alle reazioni della collega, continua a esporre il suo punto di vista con fermezza. Tonon ha continuato con impazienza: “Ascoltate, scusate, esprimo sempre il mio pensiero in modo educato, anche se spesso viene criticato”.

Beatrice non si è arresa: “Io spero solo che l’accelerazione sia per sposarsi con i rispettivi compagni”. Tonon ha chiuso la discussione con una fredda osservazione: “Un buon divorzio nasce da una buona separazione. Loro sembravano avere l’ira di Dio da dividere. Non sono arrivati in tribunale in auto, ma con il carro armato”.

Impostazioni privacy