Attenzione alle mani gonfie di primo mattino: se capita spesso non è un caso, bisogna indagare

Ti capita spesso di svegliarti con le mani gonfie? La causa potrebbe risiedere in una cattiva abitudine notturna.

Da sempre ci viene detto che per un riposo corretto è necessario dormire il numero di ore consigliate, seguire sempre gli stessi orari di sonno e non appesantirsi troppo con l’alimentazione prima di coricarsi. Queste sono solo alcune delle regole d’oro per un riposo perfetto, che tuttavia, può essere influenzato da diversi fattori.

Mani gonfie al mattino
Perché le mani sono gonfie al mattino: le possibili cause (credit: Editorially Srl) – arabonormannaunesco.it

Quando ci addormentiamo, il nostro corpo si rilassa, così come la nostra mente. In quel momento siamo pronti a rigenerarci, non siamo coscienti, come se il nostro corpo fosse in un certo senso ‘spento’. Eppure, sebbene in quei momenti non siamo proattivi, mente e corpo continuano a lavorare, reagendo perfettamente agli stimoli esterni. Le mani gonfie? Sono la conseguenza delle nostre abitudini notturne che, inconsciamente, attuiamo.

Mani gonfie appena svegli: le vere cause

Alcuni di voi avranno letto del significato del viso gonfio al mattino: una condizione simile, ma in un certo senso differente. Il viso gonfio rappresenta la carenza di liquidi, o meglio, il nostro corpo che tende a trattenerli poiché non beviamo abbastanza acqua durante il giorno. Le mani, invece, hanno un meccanismo simile, ma le cause possono essere molteplici. La più comune risiede nelle nostre abitudini durante il sonno.

Mani gonfie appena svegli
Mani gonfie al mattino: tutte le cause (credit: Canva) – arabonormannaunesco.it

Dunque perché le mani si gonfiano durante la notte? Potrebbe dipendere dalla posizione in cui dormiamo, che ostacola la circolazione sanguigna, o da un eccesso di sale nella nostra dieta che porta il corpo a trattenere i liquidi. Anche il fatto di dormire con le mani sotto il cuscino o con le braccia piegate può contribuire a questo problema.

Come è possibile notare, succede soprattutto d’estate di svegliarsi con le mani gonfie. Questo è spesso determinato dall’accumulo di liquido in eccesso all’interno dei tessuti, causato dagli sbalzi di temperatura, dalle punture di insetti o anche dall’intensa attività fisica. Se il disturbo persiste e non è solo passeggero, potrebbe essere utile capirne la causa.

Molte persone che si svegliano con le mani gonfie spesso dormono tutta la notte in posizione supina, favorendo l’accumulo di liquidi nei tessuti delle mani. Per contrastare questo disturbo, si possono fare dei piccoli esercizi di stretching che favoriscono il drenaggio di questi liquidi.

Durante l’estate, il calore è una delle cause più comuni. Quando le temperature si alzano, i vasi sanguigni delle mani e delle dita si dilatano, aumentando il flusso di sangue e rilasciando calore nel corpo. Questo processo può portare all’accumulo di liquidi e quindi al gonfiore. Per contrastare questo disturbo, può essere utile rinfrescarsi mettendosi al fresco o immergendo le mani sotto un getto di acqua fredda.

Insomma, se ti capita di svegliarti con le mani gonfie, potrebbe essere il momento di rivedere le tue abitudini notturne e fare piccoli cambiamenti per migliorare la qualità del tuo sonno e, perché no, del benessere generale.

Impostazioni privacy