Attacco di cuore, il segnale che ti avvisa che sta arrivando: conoscerlo può salvarti la vita

Questo segnale vi avvisa che sta per arrivare un attacco di cuore. Conoscerlo può salvarvi la vita: ecco di quale si tratta.

Prestate la massima attenzione ai messaggi che vi lancia il vostro corpo. Solo in questo modo è possibile individuare eventuali campanelli d’allarme ed evitare di incorrere in situazioni alquanto spiacevoli.

Attacco di cuore, il primo sintomo
Attacco di cuore, i segnali da non sottovalutare (arabonormannaunesco.it)

Nessuno di noi, purtroppo, è invincibile. Prima o poi capita a tutti di dover fare i conti con dei malesseri che finiscono per rovinare la giornata. Nella maggior parte dei casi, fortunatamente, si tratta di episodi passeggeri.

Altre volte, invece, possono essere sintomatici di qualche patologia più seria. In ogni caso il consiglio è quello di non sottovalutare i segnali lanciati dal corpo onde evitare di incappare in spiacevoli conseguenze.

Conoscere questo segnale ti salva la vita da un attacco di cuore

I minuti, quando si tratta di un attacco di cuore, contano. Un intervento tempestivo infatti può aiutare a salvare una vita. Per questo motivo è bene conoscere i relativi sintomi e soprattutto non ignorarli. Entrando nei dettagli, il sintomo più comune di un attacco al cuore è un senso di fastidio o dolore al petto.

Attacco di cuore, il primo sintomo
Infarto, quali sono i campanelli d’allarme (arabonormannaunesco.it)

Si presenta come una sorta di fitta in mezzo al petto che può durare qualche minuto oppure scomparire per poi ricomparire. La persona colpita avverte un senso di pressione e gonfiore. In alcuni casi il dolore può estendersi fino alle spalle, alla schiena e al braccio. Ma non solo, alcuni soggetti avvertono un senso di dolore anche alla mandibola e ai denti.

Tra gli altri sintomi da non sottovalutare si annoverano dolore al torace e bruciore di stomaco. Altri campanelli d’allarme sono rappresentati da vomito, nausea, affaticamento, fiato corto, vertigini, sudorazione eccessiva, stordimento, svenimento e cute umida. Uno dei sintomi più conosciuti è il dolore al braccio sinistro. Quest’ultimo, in realtà, non si manifesta così spesso come si possa pensare. Generalmente riguarda il braccio sinistro ma, è bene sottolineare, può interessare entrambi i lati.

Alcuni attacchi di cuore, come noto, colpiscono all’improvviso. Altri invece possono iniziare a rilento, con dolori lievi. Coloro che hanno già avuto un infarto, inoltre, possono avvertire dei segni di pericolo qualche giorno o ora prima. Ad esempio un sintomo che può preannunciare l’arrivo di un infarto può essere un dolore ricorrente al torace che si accentua sotto sforzo. In caso di dubbi vi ricordiamo di rivolgervi il prima possibile al medico che potrà darvi delle indicazioni mirate, tenendo conto delle vostre condizioni personali di salute.

Impostazioni privacy