Assegno di 1.740 euro ogni mese per risarcimento da vaccino Covid, la procedura per ottenerlo

Per chi ha subito danni dal vaccino Covid è possibile ricevere un assegno di risarcimento. Ecco la procedura da seguire.

L’Agenzia europea per i medicinali (EMA) ha emesso un avviso il 7 maggio scorso riguardo al vaccino Vaxzevria, prodotto da Astrazeneca, revocandone l’autorizzazione all’uso. Questa decisione arriva dopo una serie di complicazioni riguardanti l’utilizzo del vaccino, che ha visto variazioni nelle raccomandazioni sull’età e numerosi rapporti di reazioni avverse. Oggi, per chi ha subito dei danni a causa degli effetti collaterali, è possibile essere risarciti. Ce lo spiega anche il Codacons.

Risarcimento vaccino Covid
Disponibile un risarcimento per i danni causati dal vaccino Covid – (arabonormannaunesco.it)

Vaxzevria, sviluppato in collaborazione con i ricercatori dell’Università di Oxford, è stato il primo vaccino approvato per prevenire o mitigare gli effetti del coronavirus Sars Cov 2. Tuttavia, le incertezze e le reazioni avverse associate al vaccino hanno portato all’attuale revoca dell’autorizzazione all’uso.

Le reazioni avverse al vaccino Vaxzevria possono variare da lievi a gravi, con sintomi come febbre, mal di testa, dolori muscolari o articolari, fino a reazioni allergiche e casi molto rari di trombosi e trombocitopenia, talvolta fatali.

Come avere il risarcimento a seguito dei danni del vaccino Covid

Di fronte a tali situazioni, il nostro ordinamento prevede due forme di tutela per i danneggiati: l’azione di indennizzo e l’azione di risarcimento danni. La tutela indennitaria è disciplinata dalla Legge 210 del 1992, che prevede un ristoro dei danni da vaccinazione senza richiedere la prova di colpa o illecito del fatto. Questa forma di tutela è stata recentemente applicata in un caso in Liguria, dove un cittadino ha ricevuto un indennizzo vitalizio pari a 1740 euro sotto forma di assegno bimestrale a seguito di gravi reazioni avverse al vaccino Astrazeneca.

Risarcimento vaccino Covid
Come ottenere il risarcimento per i danni subiti dal vaccino Covid – (arabonormannaunesco.it)

La presentazione della domanda di indennizzo deve avvenire presso l’Azienda sanitaria di residenza entro tre anni dalla manifestazione della patologia. Per il risarcimento dei danni, invece, è necessario intraprendere una causa civile contro lo Stato, impersonato dal Ministero della Salute. Inoltre, ai sensi dell’articolo 2050 del codice civile, vi è una responsabilità risarcitoria della casa farmaceutica Astrazeneca per gli effetti negativi provocati dal vaccino, considerato un’attività pericolosa.

In sintesi, la revoca dell’autorizzazione al vaccino Astrazeneca solleva nuove questioni riguardo alla sicurezza dei vaccini e alla tutela dei danneggiati. Le procedure di indennizzo e risarcimento danni offrono un mezzo per affrontare i casi di reazioni avverse, garantendo un certo grado di protezione per i cittadini colpiti. Maggiori indicazioni possono essere reperite sul sito del Codacons che mette a disposizione dei cittadini una diffida per chiedere il risarcimento del danno non patrimoniale.

Impostazioni privacy