Antidolorifici o antinfiammatori? Capire le differenze ti salva da conseguenze anche gravi

Tecnicamente si chiamano farmaci antidolorifici o antinfiammatori non steroidei (Fans). Cosa sappiamo di questi medicinali molto comuni?

Sono tra i farmaci di maggiore uso comune. Li utilizziamo per placare il mal di testa, per combattere il dolore ai denti, per qualche problema di tipo articolare. Parliamo di antidolorifici e antinfiammatori. Ma in quanti possono dire di conoscere l’effettiva differenza? Oggi proveremo a dare qualche risposta.

Antidolorifici e antinfiammatori
Antidolorifici e antinfiammatori, detti FANS – (arabonormannaunesco.it)

Ovviamente, in via preliminare dobbiamo sottolineare (come facciamo sempre) che il nostro è un contributo esclusivamente divulgativo. Qualsiasi tipo di farmaco andrebbe assunto solo e soltanto su indicazione medica o del farmacista. Per cui, leggete questo articolo fino alla fine, ma non pensiate che possa sostituire il consulto con un professionista del settore.

Tecnicamente si chiamano farmaci antinfiammatori non steroidei (Fans). I più comuni sono l’acido acetilsalicilico, il paracetamolo, l’ibuprofene e il ketoprofene. Questi medicinali, disponibili a basso dosaggio senza necessità di prescrizione medica, sono considerati farmaci di automedicazione.

I Fans sono comunemente utilizzati per trattare vari tipi di dolore, tra cui dolori mestruali, dolori articolari, dolori cervicali, emicrania, mal di denti, mal d’orecchio, mal di schiena, dolori post-operatori, febbre, dolori legati a patologie oncologiche, dolori neuropatici (per i quali è necessario consultare il medico).

Antidolorifici e antinfiammatori: cosa sappiamo?

Nonostante l’efficacia nel ridurre il dolore, i Fans possono provocare effetti collaterali significativi, tra cui lesioni della mucosa gastrica e ulcere, che possono arrivare fino al sanguinamento gastrico. Per questo motivo, in caso di dolori intensi o trattamenti prolungati, è consigliabile assumere anche un farmaco che protegga lo stomaco innalzando lievemente il pH. Inoltre, è fondamentale rispettare la dose massima giornaliera specifica per ciascun Fans.

Farmacia
Antidolorifici e antinfiammatori: cosa sappiamo? – (arabonormannaunesco.it)

Il paracetamolo è particolarmente apprezzato, soprattutto tra anziani e bambini, grazie ai suoi minori effetti collaterali gastrici e alla possibilità di assunzione a stomaco vuoto. È efficace anche come antipiretico, ma dovrebbe essere utilizzato solo quando la febbre supera i 38,5 gradi, poiché la febbre è un meccanismo di difesa del corpo contro infezioni virali o batteriche. L’ibuprofene è un altro Fans molto usato per la sua doppia azione antidolorifica e antinfiammatoria, oltre che antipiretica. Tuttavia, può causare disturbi gastrici se usato a lungo termine e dovrebbe sempre essere assunto a stomaco pieno.

Come abbiamo detto fin dalle prime righe di questo articolo, prima di iniziare qualsiasi terapia con i Fans, è sempre opportuno consultare un medico. Sebbene siano disponibili senza prescrizione, il consiglio di un professionista sanitario garantisce un uso sicuro e appropriato dei farmaci, riducendo il rischio di effetti collaterali e complicazioni.

Impostazioni privacy