Agenzia delle Entrate, mail truffa: non aprirla se non vuoi rischiare grosso

Nuova mail truffa a nome dell’Agenzia delle Entrate, pericolo per tutti gli utenti: come difendersi per non rischiare grosso.

L’universo delle truffe online è ampissimo e in continua espansione come dimostrato dalla nuova mail truffa a nome dell’Agenzia delle Entrate. Queste frodi sono in aumento ed è facile perdersi e diventare prede dei cybercriminali che cercano di rubare informazioni sensibili.

agenzia entrate mai truffa
Nuova mail truffa a nome dell’Agenzia delle Entrate – (Arabonormannaunesco.it)

La classica modalità utilizzata dagli hacker è quella del phishing, comunicazioni che portano il nome di aziende conosciute in tutta la nazione e di cui, naturalmente, sono a loro volta vittima dei malintenzionati.

Questa volta ad emergere è una sofisticata truffa capace di ingannare anche gli utenti più esperti ed attenti. Questa infatti tende a sfruttare la confusione che molte persone hanno nei confronti del sistema fiscale. Scopriamo insieme come funziona e come difendersi per evitare problemi.

Agenzia delle Entrate, mail truffa per accertamento fiscale: non bisogna cliccare mai

L’Agenzia delle Entrate è nuovamente utilizzata dai malintenzionati in una recente e pericolosa truffa online. Questa volta gli hacker hanno diffuso mail che si legano ad un presunto accertamento di natura fiscale e puntano sull’agitazione che potrebbe scattare nei contribuenti.

mail truffa accertamento fiscale
Come difendersi dalla nuova truffa per accertamento fiscale – (Arabonormannaunesco.it)

Il punto centrale della truffa è l’allegato che i destinatari sono invitati a scaricare tramite un link presente nella mail, che non è legato in alcun modo all’ente italiano. L’aspetto importante da conoscere è il fatto che l’allegato è infetto da malware e può mettere a serissimo rischio la sicurezza dei dati personali e finanziari.

È importante ricordare quando ci sono queste comunicazioni di dubbia provenienza che l’Agenzia delle Entrate, così come le altre aziende, non opera in questo modo. Gli istituti non richiedono mai di effettuare un download di file tramite link in mail non verificate.

Come detto in precedenza, queste mail si legano alla tecnica del phishing e sono progettate per indurre le vittime a comunicare i dati personali o ad effettuare pagamenti per presunte violazioni fiscali. Di conseguenza è sempre importante fare attenzione ed essere consapevoli della presenza di queste minacce.

Per proteggersi da questo tipi di truffa è necessario segnalare la comunicazione come spam e cancellare senza aprire gli allegati o cliccare su eventuali link. Inoltre, è auspicabile avvertire anche amici e parenti per garantire che nessuno credi all’inganno creato dagli hacker. In ultima battuta, si può sempre contattare l’assistenza dell’istituto di riferimento per chiedere maggiori informazioni sulla mail appena arrivata.

Impostazioni privacy